Industria del cuscinetto

Smagnetizzatori per cuscinetti a sfere Smagnetizzatori per componenti di cuscinetti:

  • anelli interni ed esterni
  • rulli
  • sfere
  • gabbie
  • schermi

Smagnetizzatori per cuscinetti montati:

  • Cuscinetti a sfere e a rulli, a singolo e doppio rango

Durante la lavorazione di rettifica, i diversi componenti dei cuscinetti sono bloccati da prese magnetiche che forniscono un bloccaggio ottimale ed indispensabile alla lavorazione del componente. Terminata la lavorazione di rettifica, i componenti dei cuscinetti si distaccano dalle prese magnetiche grazie ad un’inversione della polarità delle prese, le quali provocano una prima lieve smagnetizzazione. In questa fase del processo, a seconda del materiale, dell’intensità del campo magnetico delle prese e dall’orientamento delle prese stesse, viene rilevato un magnetismo solitamente compreso tra 10 e 120 A/cm (12,5 e 150 Gauss). In funzione delle dimensioni dei pezzi, sono richiesti valori di magnetismo residuo diversi: valori minori per componenti di piccole dimensioni e valori più elevati al crescere delle dimensioni. I valori richiesti sono solitamente compresi tra 2 – 12 A/cm (2,5 – 15 Gauss). Le principali cause di magnetizzazione dei componenti di cuscinetti:

  • serraggio con prese magnetiche, rettifica e lavorazioni simili
  • magnetoscopia e analisi delle cricche
  • contatto con altri componenti magnetizzati

Le principali cause di magnetizzazione dei cuscinetti assemblati:

  • componenti non smagnetizzati correttamente
  • rivettatrici e macchine ad induzione per l’assemblaggio
  • alcune macchine di assemblaggio
  • alcune marcatrici a laser

Per ottenere il miglior risultato di smagnetizzazione è indispensabile smagnetizzare prima i componenti separatamente (anello interno, anello esterno, rulli, gabbie e schermi) e successivamente quando necessario, il cuscinetto montato. Tutti i componenti del cuscinetto ed il cuscinetto stesso devono essere smagnetizzati in modo eccellente, poiché il magnetismo residuo elevato è la causa di molti problemi. Durante il processo produttivo: il magnetismo residuo rende impossibile un lavaggio di qualità. Conseguenze dirette, sul prodotto finito:

  • frizione ed attrito
  • scorrevolezza limitata
  • elevata rumorosità
  • usura precoce e vita ridotta

Componenti di cuscinetti o cuscinetti montati non correttamente smagnetizzati, hanno caratteristiche qualitative nettamente inferiori rispetto ad un cuscinetto smagnetizzato ad un valore di magnetismo residuo minimo. Gli smagnetizzatori disponibili per componenti di cuscinetti e cuscinetti assemblati, sono diversi tra loro, in funzione delle dimensioni dei pezzi e del sistema di trasferimento. Sono disponibili diverse soluzioni: smagnetizzatori in linea inseriti in catene di trasferimento flessibili, smagnetizzatori per canali di rotolamento, unità smagnetizzatrici con nastro trasportatore integrato o nastro trasportatore compatto. Smagnetizzatori inseriti in celle robotizzate e processi automatizzati, smagnetizzatori manuali e fuori linea.


La Vostra esigenza di smagnetizzazione
CLOSE
CLOSE